lunedì 13 febbraio 2017

INCONTRO ALLA CASA DE ITALIA CON LA CONDUTTRICE TELEVISIVA FRANCESCA ALDERISI




Giovedì 2 febbraio abbiamo partecipato alla Casa de Italia a un evento importante che si aggiunge ai tanti degli ultimi mesi. Questa volta si è trattato dell'incontro con Francesca Alderisi, la conduttrice televisiva famosa per i programmi "Sportello Italia" e "Cara Francesca".
Erano presenti personaggi di spicco della nostra comunità come il diplomatico dott. Livio Spadavecchia, consigliere d'ambasciata, attualmente alla guida della riaperta ambasciata italiana di Santo Domingo, il presidente del Comites Panama, Cav. Paolo Dussich, il membro del Comites Flavio Bellinato e tanti industriali e commercianti operanti nella Repubblica Dominicana. A fare gli onori di casa il Cav. Angelo Viro, vice presidente della Casa de Italia e membro del Comites.
La sala della Casa de Italia era gremita e tutti pendevano dalle labbra di questa bellissima e simpatica conduttrice, la quale tra l'altro conosceva personalmente diverse persone tra i presenti, tutti suoi fan di vecchia data, come Roberto Accini, esperto in calzature, Walter Perissutti e Marco Cracco titolari di un noto salumificio. Tutti già protagonisti di colloqui telefonici tenuti con Francesca durante i suoi programmi.
Francesca Alderisi, dal 2010 Cavaliere della Repubblica, la Mirko Tremaglia della RAI per la sua attività a favore degli emigrati: una missione e una passione. "Quando li conoscerai, gli italiani all'estero, te ne innamorerai", soleva dirle l'onorevole Tremaglia e così nacque questo amore a prima vista, perfettamente ricambiato! Napoletana, ma concepita a Firenze e nata a Treviso, più italiana di così... Parla anche fluentemente diverse lingue, ma non se ne vanta, perché per lei l'italiano è una frontiera da difendere.
La nostra Francesca si è, infatti, soffermata anche sul valore della lingua italiana, eredità che ci ha esortato a non disperdere. Ha ribadito la sua ferma decisione di fare sempre uso della lingua italiana dovunque si trovi in presenza di connazionali. La lingua italiana è per lei come la bandiera con la quale ama sempre farsi ritrarre.
"Come mai sei venuta da noi, dopo essere stata in Australia: da un capo all'altro del mondo?" Le chiesero. "Non decido io", disse, "faccio decidere agli angeli". Fa decidere quindi ai suoi pari... Non è il primo grande personaggio che crede negli angeli e io pure ci credo... da quando la conosco...
Visto il suo luogo di nascita, Treviso, noi friulani abbiamo pensato di chiamarla "radiceto", ma a lei non è dispiaciuto. Ogni città e ogni paese della nostra nazione potrebbe essere il suo luogo di nascita. In fondo lei è un'italiana vera. E se la nostra patria avesse un volto immagino che sarebbe il suo, bello e sempre sorridente.
"Quando ritornerai in televisione Francesca? Siamo ansiosi di rivederti, ci manchi!" Le chiesero i fan. La sua ermetica risposta: "Per ora vi posso solo dire che sono viva".
Ci ritiene una comunità bella, un po' informale e talvolta difficile da capire. E va bene. Vorrà dire che ce la metteremo tutta per spiegargliela questa nostra comunità assai eterogenea ma non più... Nel
senso che la lotta per la riapertura della nostra ambasciata ci ha reso più coesi e soprattutto più fieri di essere italiani. Grazie Francesca per aver seguito il consiglio degli angeli e grazie anche a loro, agli angeli, per averti consigliato così e in loro onore propongo di cantare, e permettimi di farlo in inglese, la mia canzone preferita di quando ero tanto più giovane: "I believe in angels" degli Abba.

La tua visita ci ha fortemente stimolato. E ora attendiamo solo di rivederti in un tuo programma. Grazie e a presto!


Nessun commento:

Posta un commento